ACCEDI
Domenica, 16 giugno 2024

CONTABILITÀ

Per l’imputazione delle cessioni di beni non si guarda al «verbale di consegna»

Non rileva la data di tale scrittura contrattuale sottoscritta dalle parti, ma quella di consegna o spedizione del bene

/ REDAZIONE

Mercoledì, 22 maggio 2024

x
STAMPA

download PDF download PDF

La Cassazione, con la sentenza n. 14037, depositata ieri, 21 maggio 2024, si è pronunciata in merito all’individuazione dell’esercizio di competenza dei componenti di reddito relativi a cessioni di beni mobili.

A tal riguardo, si ricorda che, ai sensi dell’art. 109 comma 2 lett. a) del TUIR, “ai fini della determinazione dell’esercizio di competenza … i corrispettivi delle cessioni si considerano conseguiti, e le spese di acquisizione dei beni si considerano sostenute, alla data della consegna o spedizione per i beni mobili e della stipulazione dell’atto per gli immobili e per le aziende, ovvero, se diversa e successiva, alla data in cui si verifica l’effetto traslativo o costitutivo della proprietà o di altro diritto reale”.

Occorre, peraltro,

...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI
ACCEDI

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU