X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Mercoledì, 16 gennaio 2019 - Aggiornato alle 6.00

Fisco

La strumentalità dell’immobile in leasing prescinde dalla categoria catastale

I relativi costi sono deducibili soltanto se il bene è destinato all’attività aziendale

/ Luca FORNERO

Giovedì, 3 agosto 2017

Con la sentenza n. 19219, depositata ieri, la Corte di Cassazione ha affermato che, ai fini della determinazione del reddito d’impresa, la strumentalità di un immobile implica l’inerenza del bene all’attività esercitata e non può essere ricavata dalla mera categoria catastale di appartenenza.

Per quanto si evince dal testo della pronuncia, nel caso di specie una srl aveva dedotto i canoni di leasing e le spese condominiali afferenti ad immobili non utilizzati in proprio, ma concessi in uso o locazione ad altre società del gruppo.
Secondo la contribuente, tali costi dovevano considerarsi comunque deducibili, in quanto relativi ad immobili da considerare strumentali in base alla classificazione catastale.

Si ricorda, infatti, che, ai sensi dell’art. 43 comma 2, secondo periodo, ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU