X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Lunedì, 20 agosto 2018 - Aggiornato alle 6.00

Il Caso del Giorno

Dividendi «privilegiati» quotati sempre esclusi da IRPEF

/ Emanuele LO PRESTI VENTURA

Giovedì, 17 maggio 2018

La legge n. 205 del 27 dicembre 2017 (legge di bilancio 2018) ha omogeneizzato il trattamento dei dividendi e delle plusvalenze di natura “qualificata” con quello delle pari componenti “non qualificate”, disponendo che gli stessi, ove rappresentativi di redditi rispettivamente di capitale e diversi, siano sempre tassati con ritenuta a titolo d’imposta ovvero con imposta sostitutiva, all’aliquota del 26%. Tale sistema si applica ai dividendi percepiti dal 1° gennaio 2018 e alle plusvalenze realizzate dal 1° gennaio 2019, anche se, in ragione di apposita disciplina transitoria, le distribuzioni di utili, derivanti da partecipazioni “qualificate”, deliberate nel quinquennio 2018-2022 e formatesi con utili prodotti sino all’esercizio in corso

...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU

Scopri di piu' Chiudi