X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Martedì, 25 settembre 2018 - Aggiornato alle 6.00

Lavoro & Previdenza

Licenziabile il funzionario delle Entrate che svolge consulenza a favore di terzi

È irrilevante il carattere gratuito o meno dell’attività di consulenza prestata in modo sistematico e costante

/ Federica VIVIANI

Mercoledì, 16 maggio 2018

Con la sentenza n. 11160/2018 la Corte di Cassazione si è pronunciata in merito alla legittimità dello svolgimento, da parte dei funzionari dell’Agenzia delle Entrate, di attività consulenziale, non sporadica, in favore di soggetti estranei all’Amministrazione.
L’indicazione che si ricava dalla pronuncia è chiara: la condotta del dipendente delle Agenzie fiscali che svolga attività di consulenza in modo sistematico e costante in favore di studi professionali, al di fuori dei canali istituzionali, offrendo una modalità privilegiata per la soluzione di problemi fiscali e tributari, in violazione degli obblighi di trasparenza, buona fede e correttezza, è idonea a fondare la sanzione espulsiva.

Il “Regolamento recante disposizioni per garantire l’autonomia tecnica del ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU