X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Lunedì, 24 settembre 2018 - Aggiornato alle 6.00

Il Caso del Giorno

Sanzione alla società nonostante il patteggiamento del rappresentante

/ Alice BOANO

Venerdì, 13 luglio 2018

L’introduzione del principio di specialità nell’ordinamento tributario, espressione dell’autonomia che caratterizza il processo penale e quello tributario, è volta a evitare ingiustificati cumuli sanzionatori.
L’art. 19 del DLgs. 74/2000 dispone che, laddove uno stesso fatto sia punito sia a titolo di reato sia a titolo di sanzione amministrativa, occorre applicarsi la sola disposizione speciale.
Il successivo comma prevede un’ipotesi derogatoria, valevole per taluni i soggetti, nei cui confronti permane, in ogni caso, la responsabilità per la sanzione amministrativa.

La norma, nel richiamare espressamente, infatti, l’art. 11 comma 1 del DLgs. 472/97, fa riferimento a persone fisiche, società, associazioni o enti (con o senza personalità giuridica) nell’ipotesi ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU