X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Lunedì, 20 agosto 2018 - Aggiornato alle 6.00

Fisco

Senza pretesa tributaria non ci può essere confisca

La Suprema Corte ha affermato che se viene meno la pretesa tributaria deve venire meno anche il provvedimento ablatorio dei proventi del reato

/ Maria Francesca ARTUSI

Sabato, 14 luglio 2018

L’art. 12-bis del DLgs. 74/2000, introdotto dal DLgs. 158/2015, disciplina la confisca obbligatoria ed eventualmente per equivalente nell’ambito dei reati tributari, nonché il sequestro ad essa preventivo.
Nel caso di condanna o di applicazione della pena su richiesta delle parti ex art. 444 c.p.p. per uno dei delitti previsti dal decreto, è sempre ordinata la confisca dei beni che ne costituiscono il profitto o il prezzo, salvo che appartengano a persona estranea al reato, ovvero, quando essa non è possibile, la confisca di beni, di cui il reo ha la disponibilità, per un valore corrispondente a tale prezzo o profitto.

Il comma 2 di tale norma precisa che “la confisca non opera per la parte che il contribuente si impegna a versare all’Erario, anche in presenza di sequestro”. ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU

Scopri di piu' Chiudi