X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Lunedì, 20 agosto 2018 - Aggiornato alle 6.00

Il Caso del Giorno

Col versamento unitario del comproprietario rivalutazione valida

/ Salvatore SANNA

Lunedì, 13 agosto 2018

A distanza di più di un mese dalla chiusura dell’ultima proroga sulla rideterminazione del costo fiscale dei terreni da parte dei soggetti non imprenditori (la L. 205/2017 consentiva di aderire all’agevolazione entro lo scorso 2 luglio), gli operatori si interrogano sull’efficacia delle opzioni esercitate in modalità non del tutto conformi ai chiarimenti dell’Agenzia delle Entrate.

Per beneficiare del regime agevolato in argomento, entro il termine di legge (da ultimo il 2 luglio 2018), erano necessari:
- la redazione e il giuramento di un’apposita perizia di stima, da parte di un soggetto abilitato;
- il versamento in autoliquidazione di un’imposta sostitutiva sul valore periziato, da parte del contribuente. In origine l’aliquota dell’imposta era

...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU

Scopri di piu' Chiudi