X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Mercoledì, 16 ottobre 2019 - Aggiornato alle 6.00

IMPRESA

Illeciti tributari rilevanti per la bancarotta societaria

Viene sottolineato il carattere sistematico dell’omissione del versamento di tributi e contributi previdenziali

/ Maria Francesca ARTUSI

Venerdì, 7 settembre 2018

La bancarotta fraudolenta documentale, quella societaria attuata tramite operazioni dolose e alcuni illeciti tributari spesso si muovono di pari passo.

In un caso affrontato dalla sentenza n. 40100 della Cassazione, depositata ieri, un soggetto era stato condannato – nella sua qualità di socio accomandatario illimitatamente responsabile e di amministratore di una società dichiarata fallita – per i reati di bancarotta ai sensi dell’art. 223 comma 1 e comma 2 n. 2 del RD 267/1942, per aver sottratto e distrutto libri e scritture contabili obbligatorie della società, in modo tale da non rendere possibile la ricostruzione del patrimonio e del movimento degli affari, nonché per aver cagionato il fallimento della società con operazioni dolose, omettendo sistematicamente il pagamento delle obbligazioni ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU