X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Domenica, 17 febbraio 2019

Fisco

Riduzione dell’IRPEF con pochi vantaggi per i singoli contribuenti

Il CNDCEC esprime dubbi sulla misura ipotizzata e propone interventi mirati sulle partite IVA e semplificazioni per specifici adempimenti

/ REDAZIONE

Venerdì, 14 settembre 2018

A margine dell’audizione sulla semplificazione fiscale che si è tenuta ieri in Commissione Finanze al Senato, Massimo Miani, Presidente del Consiglio nazionale dei dottori commercialisti e degli esperti contabili, ha dichiarato di condividere le perplessità espresse da più parti sul rapporto costi-benefici della riduzione dell’IRPEF.
Secondo i dati forniti dallo stesso CNDCEC e basati sui numeri delle dichiarazioni fiscali presentate nel 2017, la riduzione dell’aliquota dell’imposta sul reddito delle persone fisiche dall’attuale 23% al 22% costerebbe 4,1 miliardi di euro ma condurrebbe a un vantaggio individuale molto esiguo per il singolo contribuente: 12,5 euro al mese per i 22 milioni di contribuenti che dichiarano un reddito superiore a 15.000 euro, mentre la

...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU