X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Domenica, 18 novembre 2018

Fisco

Italia sotto esame della Commissione europea per yacht e carburanti

A rischio le percentuali di presumibile utilizzo delle unità da diporto al di fuori delle acque Ue

/ REDAZIONE

Venerdì, 9 novembre 2018

Nell’ambito del “pacchetto infrazioni” di novembre della Commissione europea (MEMO/18/6247), sono indicate, fra l’altro, due procedure nei confronti dell’Italia relative ad agevolazioni fiscali in materia di IVA e accise concesse agli yacht nonché una procedura riguardante il prezzo del carburante praticato nella Regione Lombardia al confine con la Svizzera.

La prima procedura d’infrazione riguarda la riduzione della base imponibile IVA prevista dalla normativa italiana per il leasing di yacht.
Anche se la normativa consente agli Stati membri di non tassare i predetti servizi quando utilizzazione e fruizione effettive avvengono al di fuori dell’Ue, secondo la Commissione europea non è ammessa una riduzione forfetaria generale senza una verifica del luogo

...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU