X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Lunedì, 16 settembre 2019 - Aggiornato alle 6.00

LAVORO & PREVIDENZA

Da giugno busta paga più pesante per l’industria orafo-argentiera

Minimi retributivi adeguati in base al tasso IPCA 2018 diffuso dall’ISTAT

/ Alessandro MORI

Mercoledì, 12 giugno 2019

Lo scorso 4 giugno Federorafi in rappresentanza delle imprese e le organizzazioni sindacali FIM-CISL, FIOM-CGIL e UILM-UIL hanno siglato un verbale di intesa che definisce i nuovi minimi retributivi applicabili a decorrere dal mese in corso nei confronti del personale dipendente delle aziende industriali che producono articoli di oreficeria, gioielleria, argenteria, posateria in argento e bigiotteria prevalentemente in metalli e/o materiali preziosi.

Di seguito sono riportati i nuovi valori applicabili, da considerare in fase di elaborazione dei cedolini paga relativi al mese di giugno 2019: Liv. 7, 2.028,29 euro; Liv. 6, 1.865,42 euro; Liv. 5S, 1.735,28 euro; Liv. 5, 1.625,80 euro; Liv. 4, 1.521,81 euro; Liv. 3, 1.462,55 euro; Liv. 2, 1.327,48 euro; Liv. 1, 1.208,67 euro.

Ricordiamo che tali ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU