X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Martedì, 16 luglio 2019 - Aggiornato alle 6.00

LAVORO & PREVIDENZA

Prescrizione obbligatoria per estinguere il reato in sede amministrativa

Interessate tutte le violazioni, punite con la pena alternativa di arresto o ammenda o con la sola ammenda, in materia di lavoro e legislazione sociale

/ Mario PAGANO

Venerdì, 12 luglio 2019

Nonostante l’opera di depenalizzazione, operata dal DLgs. 8/2016, sono ancora numerose le ipotesi di reato in materia di lavoro e legislazione sociale per le quali è previsto l’intervento dell’Ispettorato del lavoro.
L’illecita installazione di impianti di videosorveglianza, l’omessa visita medica prevista per i lavoratori notturni, l’adibizione delle lavoratrici madri durante il congedo di maternità sono solo alcune delle ipotesi di rilevanza penale, alle quali di recente si è nuovamente affiancato il reato di somministrazione fraudolenta, previsto dal nuovo art. 38-bis del DLgs. 81/2015, reintrodotto con il “decreto dignità”. Non vanno, poi, dimenticate tutte le previsioni contenute nel DLgs. 81/2008 in materia di salute e sicurezza nei luoghi

...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU