X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Lunedì, 26 agosto 2019 - Aggiornato alle 6.00

LAVORO & PREVIDENZA

Prestazioni occasionali fuori dall’incentivo per il Rdc

Il beneficio spetta ai datori di lavoro che assumono percettori di reddito di cittadinanza a tempo pieno e indeterminato

/ Elisa TOMBARI

Sabato, 20 luglio 2019

Con la circolare n. 104 pubblicata ieri, l’INPS ha illustrato la disciplina dell’incentivo destinato ai datori di lavoro privati che assumano a tempo pieno e indeterminato percettori del reddito di cittadinanza (Rdc), esonerandoli dal versamento dei contributi previdenziali e assistenziali, con esclusione dei premi e contributi dovuti all’INAIL.

Giova ricordare che l’esonero spetta a condizione che il datore di lavoro comunichi alla piattaforma digitale Rdc le disponibilità dei posti vacanti e che, su tali posti e alle condizioni comunicate, assuma un soggetto percettore del beneficio; l’ammontare equivale all’importo mensile del reddito di cittadinanza spettante al lavoratore al momento dell’assunzione, fermo restando che non può superare il tetto massimo

...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU