X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Domenica, 19 gennaio 2020

CONTABILITÀ

Per gli immobili rurali strumentali rilevano destinazione e presenza di terreni

Dovendo esistere l’azienda agricola, i terreni e le costruzioni devono essere, di fatto, correlati alla produzione agricola

/ Arianna ZENI

Mercoledì, 11 settembre 2019

Ai fini del riconoscimento del carattere di ruralità delle costruzioni strumentali all’esercizio dell’attività agricola devono essere soddisfatte esclusivamente le condizioni richieste dal comma 3-bis dell’art. 9 del DL 30 dicembre 1993 n. 557 e, in generale, è necessaria la presenza di terreni. Questo il chiarimento contenuto nella risposta a interpello dell’Agenzia delle Entrate n. 369 pubblicata ieri, 10 settembre 2019.

In generale, i fabbricati rurali godono di agevolazioni fiscali sia ai fini dell’IRPEF, sia ai fini dell’IMU e della TASI, sia in relazione all’imposta sulle successioni e donazioni; per poter beneficiare di tali agevolazioni, tuttavia, gli immobili devono rispettare alcuni requisiti che sono indicati nell’art. 9 menzionato e

...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU