X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Giovedì, 19 settembre 2019 - Aggiornato alle 6.00

NOTIZIE IN BREVE

Rettificabile l’erronea indicazione della data di decesso nella dichiarazione di successione

/ REDAZIONE

Mercoledì, 11 settembre 2019

Nel caso in cui, nella dichiarazione di successione, sia indicata una data di decesso errata, è possibile procedere alla rettifica dell’errore materiale presentando una dichiarazione rettificativa e versando, per le formalità di trascrizione, le imposte ipotecaria e catastale in misura fissa ex art. 3 della Tariffa, allegata al DLgs. 347/90, la tassa ipotecaria, l’imposta di bollo e i tributi speciali.

Lo afferma l’Agenzia delle Entrate, nella risposta a interpello di ieri, 10 settembre 2019 n. 375, in un caso in cui non era più possibile, per l’istante, modificare la dichiarazione di successione già presentata (come previsto all’art. 31 comma 3 del DLgs. 346/90), per il decorso del termine annuale.

TORNA SU