X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Giovedì, 21 novembre 2019 - Aggiornato alle 6.00

IMPRESA

Amministratori senza deleghe responsabili di omissioni nella fase conservativa

Chi ha già ricoperto l’incarico di amministratore non può considerarsi «nuovo»

/ Maurizio MEOLI

Lunedì, 14 ottobre 2019

Secondo la Corte d’Appello di Milano (sentenza n. 2513 del 10 giugno scorso), il soggetto che – avendo già ricoperto per tre anni la carica di amministratore non esecutivo in una società (periodo in cui era già iniziato il dissesto) – riassume l’incarico dopo un intervallo di dieci mesi, non può essere considerato a tutti gli effetti amministratore “nuovo”; e, quindi, pur riconoscendogli l’assenza di consapevolezza sulle vicende occorse nei mesi nei quali non ha ricoperto cariche nella società, certamente non può essere ignaro delle criticità in cui la società già versava.

In ogni caso, il persistere di tale situazione non può non essere percepito entro il mese successivo al (re)ingresso in carica. Nella specie, peraltro, rilevava come poche settimane dopo tale

...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU