X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Giovedì, 24 settembre 2020 - Aggiornato alle 6.00

LAVORO & PREVIDENZA

Variazione di attività da comunicare all’INAIL con attenzione

La modifica può avere rilevanti conseguenze sul premio e non è sempre agevole capire quando va comunicata

/ Fabrizio VAZIO

Martedì, 10 dicembre 2019

x
STAMPA

download PDF download PDF

L’obbligo di denunciare all’INAIL una variazione di attività è posto dall’art. 12 comma 3 del DPR del 1124/65. In sintesi, i datori di lavoro hanno l’obbligo di denunciare all’Istituto assicuratore le modificazioni di estensione e di natura del rischio già coperto dall’assicurazione non oltre il trentesimo giorno da quello in cui le modificazioni o variazioni suddette si sono verificate.

La variazione di rischio è uno degli adempimenti più delicati nei confronti dell’Istituto assicuratore in quanto ha rilevanti conseguenze sul premio e non è sempre facile stabilire quando deve essere inviata.
Non si deve pensare infatti necessariamente a una modifica di attività, perché in sé il rischio può apparire il medesimo, mentre invece ai fini INAIL la variazione

...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU