X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Venerdì, 25 settembre 2020 - Aggiornato alle 6.00

FISCO

Trend di crescita tumultuoso per gli arresti per reati tributari

I numeri evidenziano che il penale tributario rimane principalmente ancorato ai reati di frode e a quelli di evasione totale e para-totale

/ Enrico ZANETTI

Mercoledì, 11 dicembre 2019

x
STAMPA

download PDF download PDF

Le parole d’ordine del “carcere per i grandi evasori”, che hanno fatto da cornice politica alle novità che l’art. 39 del DL 124/2019, come ulteriormente modificato dalla Camera nel corso del suo iter di conversione in legge (si veda “Mano dura sulle frodi, ritocchi penali per dichiarazione omessa o infedele” del 3 dicembre), sta apportando alla disciplina dei reati tributari di cui al DLgs. 74/2000, si inseriscono in un contesto operativo in cui, dati alla mano, il ricorso all’arresto già nella fase delle indagini evidenzia in verità un trend di crescita a dir poco tumultuoso.

Dalla lettura delle relazioni degli ultimi tre anni “sull’economia non osservata e sull’evasione fiscale e contributiva”, ciascuna allegata alla rispettiva ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU