X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Venerdì, 14 agosto 2020 - Aggiornato alle 6.00

FISCO

Trust «dopo di noi» agevolato solo con disabilità grave già riconosciuta

Possibile chiedere il rimborso della differenza tra imposta ordinaria pagata e imposta agevolata se l’attestazione di disabilità giunge dopo la dotazione

/ Anita MAURO

Giovedì, 12 dicembre 2019

x
STAMPA

download PDF download PDF

Le agevolazioni per i trust “dopo di noi”, previste, con riferimento alle imposte sulle successioni e donazioni, dall’art. 6 della L. 112/2016, possono trovare applicazione solo ove, al momento della dotazione del trust, in capo al beneficiario sia stato riconosciuto uno stato di disabilità grave ai sensi dell’art. 3 comma 3 della L. 104/92.
Ove l’attestazione dello stato di disabilità giunga in un secondo momento, i contribuenti potranno chiedere il rimborso dell’importo pari alla differenza tra l’imposta “ordinaria” pagata al momento della dotazione iniziale di beni in trust e l’imposta agevolata prevista dalla legge sul “dopo di noi” (L. 112/2016).
Lo afferma l’Agenzia delle Entrate nella risposta n. 513, pubblicata

...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU