X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Lunedì, 13 luglio 2020 - Aggiornato alle 6.00

LAVORO & PREVIDENZA

UNI-intermittente anche per i lavoratori dello spettacolo

Il Ministero del Lavoro ha chiarito che l’obbligo di comunicazione preventiva non può più essere assolto mediante la richiesta del certificato di agibilità

/ Angela FUSCO

Venerdì, 14 febbraio 2020

x
STAMPA

download PDF download PDF

La comunicazione preventiva per i lavoratori intermittenti, prevista dall’art. 15 comma 3 del DLgs. 81/2015, nel settore dello spettacolo deve essere effettuata secondo le modalità di trasmissione previste per la generalità dei datori di lavoro attraverso il modello UNI-Intermittente.
Questi i chiarimenti forniti dal Ministero del Lavoro nella lettera circ. n. 1311/2020, che entrano in vigore dalla data di pubblicazione sui siti del Ministero e dell’Ispettorato nazionale del lavoro e su www.cliclavoro.gov.it. Per evitare penalizzazioni nei confronti dei datori di lavoro che non avessero adempiuto all’invio della comunicazione della chiamata, in sede di verifica il personale ispettivo dovrà tenere conto solamente delle omissioni effettuate a partire dal 12 febbraio 2020.

I chiarimenti ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU