X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Mercoledì, 28 luglio 2021 - Aggiornato alle 6.00

LAVORO & PREVIDENZA

Nessuna nuova domanda all’INPS per chi ha già beneficiato dell’indennità COVID-19

Fornite le prime indicazioni sulle novità del DL Sostegni-bis anche riguardo alla NASpI

/ REDAZIONE

Venerdì, 18 giugno 2021

x
STAMPA

download PDF download PDF

Con il messaggio n. 2309, l’INPS ha fornito un quadro generale delle agevolazioni previste dal DL 73/2021 (DL ”Sostegni-bis”) in materia di indennità COVID-19 e di NASpI, rinviando ad un successivi atti per le istruzioni operative, per il termine di presentazione delle istanze e per il rilascio delle procedure.

Con riguardo alle indennità COVID-19, l’art. 42 comma 1 del DL 73/2021 riconosce un importo una tantum di 1.600 euro nei confronti dei soggetti già beneficiari dell’indennità ex art. 10 commi da 1 a 9 del DL 41/2021 (DL “Sostegni”).
Si tratta, nello specifico, di lavoratori: stagionali e in somministrazione dei settori del turismo e degli stabilimenti termali; dipendenti stagionali e in somministrazione appartenenti a settori diversi da quelli

...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU