X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Giovedì, 27 gennaio 2022 - Aggiornato alle 6.00

IL PUNTO / TUTELA DEL PATRIMONIO

Scioglimento della società di persone ereditata o donata con complessità

Il trattamento reddituale di questa fattispecie dipende da molteplici variabili

/ Emanuele LO PRESTI VENTURA

Venerdì, 14 gennaio 2022

x
STAMPA

download PDF download PDF

Lo scioglimento di una società di persone, le cui quote siano altresì arrivate ai soci per successione o donazione, è operazione assai complessa da gestire sul fronte delle imposte sui redditi.

Lo scenario, in termini generali, non si pone in modo molto dissimile da quello, già articolato, che connota ogni ipotesi di scioglimento o liquidazione di una realtà societaria:
- se quest’ultima è un’impresa ed i soci sono soddisfatti a mezzo assegnazione di beni, si assisterà alla produzione per essa di ricavi imponibili ex art. 85 comma 2 del TUIR o, eventualmente, di plusvalenze imponibili ex art. 86 comma 1 lett. c) del TUIR, date, nello specifico, dalle differenze positive tra il valore normale dei beni medesimi ed il loro costo fiscalmente riconosciuto. Ad ogni modo, nel caso in cui, ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU