Chiudi senza accettare

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili ad avere un'esperienza di navigazione migliorata e funzionale al tipo di dispositivo utilizzato, secondo le finalità illustrate nella Cookie Policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, puoi farlo in qualsiasi momento selezionando Gestisci le preferenze.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Venerdì, 1 luglio 2022 - Aggiornato alle 6.00

IMPRESA

Prospettiva di risanamento esclusa con la dismissione del patrimonio sociale

Le misure protettive sono strumentali alla prosecuzione dell’attività

/ Antonio NICOTRA

Martedì, 24 maggio 2022

x
STAMPA

download PDF download PDF

Nell’ambito della composizione negoziata della crisi, la conferma delle misure protettive ex art. 7 del DL 118/2021 presuppone l’esistenza di una ragionevole possibilità di perseguire l’obiettivo del risanamento dell’impresa e la prosecuzione della sua attività, al cui raggiungimento le predette misure sono strumentali.

La prospettiva della dismissione dell’intero patrimonio della società, al fine di superare lo stato di squilibrio patrimoniale o economico finanziario dell’impresa, non è conciliabile, invece, con le esigenze di risanamento sottese alla composizione negoziata della crisi. A tali conclusioni giunge il Tribunale di Bergamo con l’ordinanza 15 marzo 2022.

Nel caso di specie, la dismissione dell’intero patrimonio della società, ritenuta

...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU