Chiudi senza accettare

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili ad avere un'esperienza di navigazione migliorata e funzionale al tipo di dispositivo utilizzato, secondo le finalità illustrate nella Cookie Policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, puoi farlo in qualsiasi momento selezionando Gestisci le preferenze.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Giovedì, 30 giugno 2022 - Aggiornato alle 6.00

PROFESSIONI

Dubbi del CNDCEC sul Regolamento per l’Albo dei gestori della crisi

Non si tiene conto delle modifiche apportate dal correttivo di giugno. Perplessità anche sui costi e sui requisiti di accesso

/ Savino GALLO

Venerdì, 24 giugno 2022

x
STAMPA

download PDF download PDF

Il nuovo Regolamento per il funzionamento dell’Albo dei gestori della crisi, contenuto nel decreto del Ministero della Giustizia 3 marzo 2022 n. 75 e pubblicato in Gazzetta Ufficiale il 21 giugno, “sembra non tener contro delle significative modifiche” apportate al Codice della crisi dal decreto correttivo approvato dal Consiglio dei Ministri il 15 giugno e, a meno di ulteriori rivisitazioni del DLgs. 14/2019, introduce disposizioni che risultano “inapplicabili”.

Tramite un comunicato stampa diffuso ieri, il Presidente del CNDCEC, Elbano de Nuccio, espone tutte le sue perplessità in merito a un testo che, essendo stato scritto prima del c.d. “secondo correttivo” di giugno, pare non sia stato adeguato alle modifiche intervenute successivamente (si veda ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU