ACCEDI
Venerdì, 8 dicembre 2023 - Aggiornato alle 10.12

IL PUNTO / OPERAZIONI STRAORDINARIE

Effetti contabili sul patrimonio netto non rilevanti per la base ACE anche in fusioni inverse

Nel calcolo della base ACE la società non deve effettuare la variazione negativa prevista dal comma 4 dell’art. 5 del DM 3 agosto 2017

/ Enrico ZANETTI

Martedì, 21 novembre 2023

x
STAMPA

download PDF download PDF

Nel caso di fusioni, le variazioni incrementative o decrementative del patrimonio netto contabile della società incorporante, che discendono dall’imputazione degli “effetti contabili” della fusione, non rilevano ai fini del calcolo della “base ACE”, su cui si calcola annualmente l’incentivo spettante ai sensi dell’art. 1 del DL 201/2011 (ove, ben inteso, detta base risulti positiva).

Quanto precede vale sia con riguardo alle società incorporanti che redigono il bilancio secondo principi contabili nazionali (i quali rilevano incrementi di patrimonio netto derivanti dall’aumento del capitale sociale finalizzato al concambio delle partecipazioni e/o dall’emersione di avanzi di fusione oppure rilevano decrementi di patrimonio netto derivanti ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI
ACCEDI

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU