X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Sabato, 6 giugno 2020 - Aggiornato alle 6.00

IL CASO DEL GIORNO

Rettifica della detrazione IVA su servizi e beni non ammortizzabili

/ Giancarlo ALLIONE

Lunedì, 30 agosto 2010

x
STAMPA

Oltre che sui beni ammortizzabili (si veda “Rettifica della detrazione IVA sui beni ammortizzabili” del 26 agosto scorso), il meccanismo della rettifica della detrazione, di cui all’art. 19-bis2 del DPR 633/1972, si applica anche con riferimento ai beni non ammortizzabili ed ai servizi.
Esso si applica inoltre, con modalità particolari, anche con riferimento ai c.d. “servizi incrementali”, ossia quelle prestazioni di servizi che afferiscono a beni ammortizzabili e che sono suscettibili di incrementarne il valore, anziché risolversi in una mera manutenzione dei medesimi.

Per quanto concerne i beni diversi da quelli ammortizzabili e i servizi, la rettifica della detrazione IVA può avere luogo solo se il periodo d’imposta di prima utilizzazione dei beni e servizi ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU