X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Sabato, 30 maggio 2020 - Aggiornato alle 6.00

IL CASO DEL GIORNO

Emendabilità della dichiarazione e rispetto dei termini di decadenza

/ Alfio CISSELLO

Mercoledì, 8 dicembre 2010

x
STAMPA

È noto che il contribuente può emendare la propria dichiarazione, entro i termini previsti dall’art. 2 del DPR 322/98, sia a proprio favore sia a favore del Fisco.

Prescindendo dalla problematica relativa ai termini della dichiarazione a favore proprio, che, secondo un’interpretazione un po’ formalistica del comma 8-bis della suddetta norma, potrebbe avvenire solo se presentata entro il termine per la dichiarazione relativa al periodo d’imposta successivo, occorre rimarcare che l’emendabilità comporta automaticamente effetti sull’accertamento degli uffici.
A volte, però, potrebbe non essere necessario presentare la dichiarazione integrativa.

Si ipotizzi che la Guardia di Finanza, nel mese di febbraio o di marzo del 2010, abbia redatto, in contraddittorio con ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU