X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Giovedì, 20 febbraio 2020 - Aggiornato alle 6.00

FISCO

Orlandi: «Tempi maturi per la moneta elettronica»

Secondo i dati forniti dall’Agenzia delle Entrate, la gestione del contante costa 4 miliardi l’anno al settore bancario e 8 miliardi l’anno al sistema Paese

/ REDAZIONE

Giovedì, 25 settembre 2014

In Italia “sono maturi i tempi per l’utilizzo della moneta elettronica”. Lo ha sottolineato la direttrice dell’Agenzia delle Entrate, Rossella Orlandi, nel corso dell’audizione che si è tenuta ieri alla Commissione parlamentare di vigilanza sull’Anagrafe tributaria. La moneta elettronica, ha aggiunto, “può avere un impatto positivo sulla riduzione del sommerso e sul costo della gestione del contante che costa 4 miliardi l’anno al settore bancario e 8 miliardi l’anno al sistema Paese”.

Proprio sull’economia sommersa Orlandi ha fornito ai parlamentari alcuni numeri: essa vale tra i 255 e i 275 miliardi di euro ed è compresa cioè tra il 16,3 e il 17,5% del PIL. Orlandi ha definito tali dati “preoccupanti” e ha sottolineato ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU