X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Domenica, 5 aprile 2020

LAVORO & PREVIDENZA

Perde i benefici contributivi chi omette di versare ai fondi complementari

L’INL fa alcune considerazioni sulle conseguenze dell’omissione delle quote contributive alla previdenza integrativa, che ha natura privatistica

/ Mario PAGANO

Mercoledì, 19 febbraio 2020

L’omesso versamento della quota contributiva ai fondi di previdenza complementare configura una violazione di legge che determina, ai sensi dell’art. 1, comma 1175 della L. 296/2006, la perdita di eventuali benefici contributivi fruiti dal datore di lavoro. Questa la rilevante conclusione alla quale è arrivato l’Ispettorato nazionale del Lavoro, il quale con il parere n. 1436/2020, in risposta ad un quesito formulato da un ufficio territoriale, ha esaminato in dettaglio il tema della rilevanza ispettiva dei mancati versamenti ai fondi complementari, escludendo nel contempo la possibilità di adottare la diffida accertativa di cui all’art. 12 del DLgs. 124/2004.

In estrema sintesi il ragionamento dell’Ispettorato muove da una serie di considerazioni. La prima, di ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU