X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Venerdì, 26 febbraio 2021 - Aggiornato alle 6.00

NOTIZIE IN BREVE

Confiscabili anche le somme percepite a titolo di assegno per il nucleo familiare

/ REDAZIONE

Martedì, 23 febbraio 2021

x
STAMPA

La Cassazione, nella sentenza n. 6537/2021, ha stabilito che, in tema di sequestro preventivo funzionale alla confisca per equivalente (nella specie, in relazione al profitto del reato di omesso versamento IVA), il divieto, stabilito dall’art. 22 del DPR 797/1955, di pignoramento delle somme percepite a titolo di assegno per il nucleo familiare non opera quando le somme siano già state corrisposte all’avente diritto e si trovino confuse con il suo patrimonio mobiliare.

In senso conforme, quanto al divieto, stabilito dall’art. 545 c.p.c., di pignoramento delle somme percepite a titolo di credito retributivo o pensionistico in misura eccedente il quinto del loro importo, si veda la pronuncia n. 42553/2017).

TORNA SU