X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Domenica, 28 novembre 2021

FISCO

Fuori campo IVA la cessione dei marchi dell’azienda svizzera

L’operazione avvenuta fra soggetti passivi svizzeri non è territorialmente rilevante in Italia

/ Mirco GAZZERA

Giovedì, 19 agosto 2021

x
STAMPA

download PDF download PDF

La cessione di marchi registrati presso l’Ufficio italiano brevetti e marchi (UIBM) costituisce un’autonoma prestazione di servizi fuori dal campo di applicazione dell’IVA per carenza del requisito territoriale, se l’operazione avviene nell’ambito di una cessione di un complesso aziendale situato in Svizzera avvenuta fra due soggetti passivi ivi stabiliti. Si tratta del chiarimento fornito dall’Agenzia delle Entrate nella risposta a interpello n. 536 pubblicata lo scorso 6 agosto.

Sotto il profilo IVA, l’istanza d’interpello riguarda il trattamento da applicare alla cessione di alcuni marchi registrati presso l’UIBM e compresi in un’azienda ceduta da una società svizzera a un’altra. In particolare, il soggetto istante ha domandato ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU