X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Domenica, 26 gennaio 2020

IMPRESA

Nulla la clausola della banca che impone il trattamento dei dati sensibili

La normativa sulla privacy ha natura imperativa ed è quindi inderogabile; l’istituto risponderà di inadempimento contrattuale

/ Erisa PIRGU

Martedì, 10 dicembre 2019

La clausola contrattuale con cui la banca subordina le operazioni richieste dal cliente al consenso al trattamento dei dati sensibili è affetta da nullità in quanto contraria a norme imperative ex art. 1418 c.c. Qualora venga bloccata l’operatività del conto corrente, dunque, la banca risponderà di inadempimento contrattuale.
In questi termini si è recentemente espressa la Corte di Cassazione con la decisione n. 26778/2019, relativa a un tema di particolare rilevanza pratica, soprattutto nell’epoca della c.d. patrimonializzazione dei dati personali: la gestione di tali dati da parte degli istituti di credito.

La decisione ha ad oggetto una fattispecie realizzatasi prima dell’entrata in vigore del Regolamento Ue 679/2016 (GDPR), ma gli esiti a cui giunge sembrano potersi estendere

...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU