Chiudi senza accettare

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili ad avere un'esperienza di navigazione migliorata e funzionale al tipo di dispositivo utilizzato, secondo le finalità illustrate nella Cookie Policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, puoi farlo in qualsiasi momento selezionando Gestisci le preferenze.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Martedì, 27 settembre 2022 - Aggiornato alle 6.00

LAVORO & PREVIDENZA

Obblighi informativi limitati nei confronti dei collaboratori

L’Ispettorato nazionale del lavoro ha individuato le informazioni che il committente deve fornire ai lavoratori parasubordinati

/ Mario PAGANO

Sabato, 13 agosto 2022

x
STAMPA

download PDF download PDF

Anche i collaboratori hanno diritto a ricevere dal committente alcune informazioni in merito al proprio rapporto di lavoro, al pari del personale dipendente. Si tratta di una delle principali novità contenute nel DLgs. 104/2022 (decreto “Trasparenza”), attuativo della direttiva Ue 2019/1152, relativa a condizioni di lavoro trasparenti e prevedibili nell’Unione europea.
Il decreto, entrato in vigore oggi, non si applica infatti solo ai rapporti di lavoro subordinato ma anche nei confronti delle collaborazioni e dei contratti di prestazione occasionale.

L’informativa prevista per il personale impiegato con forme di lavoro ricadenti nell’alveo della subordinazione non costituisce certo una novità, essendo l’obbligo in questione già contenuto nel DLgs. 152/97, ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU