ACCEDI
Giovedì, 25 luglio 2024 - Aggiornato alle 6.00

IL CASO DEL GIORNO

Vendita condizionata al pagamento del prezzo con registro fisso

/ Anita MAURO

Lunedì, 24 giugno 2024

x
STAMPA

download PDF download PDF

Condizione sospensiva, condizione potestativa e vendita a rate con riserva della proprietà: questi tre concetti possono dar luogo a equivoci e dubbi che è utile provare a dirimere, in particolare perché, nel contesto dell’imposta di registro, possono comportare un differente trattamento impositivo.

Dal punto di vista civilistico, la condizione è un elemento accidentale del contratto che si manifesta come clausola che subordina l’efficacia (condizione sospensiva) o la risoluzione (condizione risolutiva) del contratto a un evento futuro e incerto (art. 1353 c.c.). Ad esempio, si configura una condizione sospensiva quando le parti dispongono che il contratto di comodato avrà efficacia dal momento in cui il comodatario si laureerà.
La condizione si distingue dal termine perché ha ad oggetto ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI
ACCEDI

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU