Chiudi senza accettare

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili ad avere un'esperienza di navigazione migliorata e funzionale al tipo di dispositivo utilizzato, secondo le finalità illustrate nella Cookie Policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, puoi farlo in qualsiasi momento selezionando Gestisci le preferenze.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Mercoledì, 17 agosto 2022 - Aggiornato alle 6.00

FISCO

Responsabilità solidale IVA negli appalti con dubbi per il passato

Il DL 69/2013 non prevede alcuna disposizione di decorrenza per l’abrogazione della responsabilità ai fini IVA

/ Massimo NEGRO

Lunedì, 1 luglio 2013

x
STAMPA

download PDF download PDF

L’art. 50 del DL 21 giugno 2013 n. 69 (c.d. decreto “Fare”) ha abolito la responsabilità fiscale, in relazione ai versamenti IVA, tra committente, appaltatore e subappaltatore, come disciplinata dall’art. 35 commi da 28 a 28-ter del DL 4 luglio 2006 n. 223, convertito nella L. 4 agosto 2006 n. 248, a seguito dell’intervento operato dall’art. 13-ter del DL 22 giugno 2012 n. 83, convertito nella L. 7 agosto 2012 n. 134 (si veda “Nel decreto «Fare» abrogata la responsabilità solidale negli appalti e subappalti” del 17 giugno 2013).
Le disposizioni del suddetto art. 35 del DL n. 223/2006 rimangono invece applicabili in relazione al versamento delle ritenute fiscali sui redditi di lavoro dipendente (si veda “Decreto «Fare» pronto per la Gazzetta ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU