X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Mercoledì, 1 dicembre 2021 - Aggiornato alle 6.00

FISCO

Locazioni immobiliari ai fini IVA, non contano i redditi diversi da «beni ai soci»

È la conclusione che si desume dalla sentenza della Corte di Giustizia relativa alle cause riunite C-210/11 e C-211/11

/ Marco PEIROLO e Massimo DE NARDI

Mercoledì, 24 luglio 2013

x
STAMPA

download PDF download PDF

La sentenza 18 luglio 2013 della Corte di Giustizia UE, relativa alle cause riunite C-210/11 e C-211/11, suscita particolare interesse per il suo possibile collegamento con la recente disciplina, in materia di imposte dirette, dei cd. “beni in godimento ai soci o familiari (di cui all’art. 2, comma 36-terdecies e ss., del DL n. 138/2011). Com’è noto, per effetto dell’introduzione – tra l’altro – della lett. h-ter) al comma 1 dell’art. 67 del TUIR, costituisce reddito (diverso) “la differenza tra il valore di mercato e il corrispettivo annuo per la concessione in godimento di beni dell’impresa a soci o familiari dell’imprenditore”. Questa previsione, che non è oggetto di analisi nel presente commento, pare completare – tra le

...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU