X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Sabato, 27 novembre 2021 - Aggiornato alle 6.00

FISCO

Risanamenti stragiudiziali, deducibilità della perdita su crediti

Il piano attestato non è soggetto al medesimo trattamento dell’accordo di ristrutturazione dei debiti

/ Michele BANA

Mercoledì, 20 novembre 2013

x
STAMPA

download PDF download PDF

La casistica delle perdite su crediti derivanti dall’esecuzione del piano di cui all’art. 67, comma 3, lett. d) L.fall. o di un’intesa privata tra il debitore e uno o più creditori non è espressamente disciplinata dall’art. 101, comma 5 del TUIR, con l’effetto che trovano applicazione i principi generali di deducibilità della perdita su crediti, fondati sulla sussistenza degli elementi certi e precisi della stessa, ad eccezione del caso in cui ricorra una fattispecie derogatoria, come la prescrizione o la circostanza che il credito sia di modesto importo e sia scaduto da almeno sei mesi, oppure la cancellazione dal bilancio redatto secondo i principi contabili internazionali.
Sul punto, si segnala che quest’ultima possibilità è estesa anche alle imprese che ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU