Chiudi senza accettare

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili ad avere un'esperienza di navigazione migliorata e funzionale al tipo di dispositivo utilizzato, secondo le finalità illustrate nella Cookie Policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, puoi farlo in qualsiasi momento selezionando Gestisci le preferenze.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Giovedì, 30 giugno 2022 - Aggiornato alle 6.00

FISCO

Rivalutazione degli immobili 2008 riconosciuta dal 1° gennaio 2014

Per le cessioni effettuate da tale data, plusvalenze e minusvalenze calcolate partendo dal nuovo valore, e non più da quello storico

/ Gianluca ODETTO

Lunedì, 9 dicembre 2013

x
STAMPA

download PDF download PDF

Sta per giungere finalmente a termine il periodo di “moratoria” degli effetti fiscali della rivalutazione degli immobili d’impresa a suo tempo disposta dall’art. 15 del DL 185/2008.

Contrariamente a quanto era stato previsto da precedenti provvedimenti di rivalutazione (e da quanto è previsto nelle norme in materia di rivalutazione contenute nel disegno di legge di stabilità 2014), il decreto aveva stabilito due scadenze distinte per il riconoscimento di tali effetti. L’art. 15, comma 20 prevede infatti che, in via generale, i maggiori valori attribuiti sono riconosciuti ai fini delle imposte sui redditi e dell’IRAP a decorrere dal quinto esercizio successivo a quello con riferimento al quale la rivalutazione è stata eseguita; il successivo comma 21 prevede, ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU