Chiudi senza accettare

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili ad avere un'esperienza di navigazione migliorata e funzionale al tipo di dispositivo utilizzato, secondo le finalità illustrate nella Cookie Policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, puoi farlo in qualsiasi momento selezionando Gestisci le preferenze.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Venerdì, 1 luglio 2022 - Aggiornato alle 6.00

PROFESSIONI

Proroga in vista per l’obbligo di POS dei professionisti

Due emendamenti al «Milleproroghe» fissano lo slittamento al 1° giugno 2015, ma si potrebbe arrivare a un rinvio di sei mesi

/ Michela DAMASCO

Mercoledì, 29 gennaio 2014

x
STAMPA

download PDF download PDF

L’obbligo, per i soggetti che effettuano l’attività di vendita di prodotti e di prestazione di servizi, anche professionali, di accettare pagamenti effettuati attraverso carte di debito, dovrebbe slittare.

Tra gli emendamenti al Ddl. di conversione (A.S. 1214) del DL 150/2013, cosiddetto “Milleproroghe”, approvati dalla Commissione Affari costituzionali del Senato, due, identici, con primi firmatari Hans Berger (Autonomie) e Andrea Augello (Ncd), prevedono infatti il rinvio, dal 1° gennaio scorso al 1° giugno 2015, dell’obbligo fissato dall’art. 15, comma 4 del DL 179/2012 convertito.
Il motivo è consentire alla platea degli interessati di adeguarsi all’obbligo di POS.

Stando ad alcune indiscrezioni giunte nella serata di ieri, però, i due emendamenti ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU