Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Lunedì, 6 febbraio 2023 - Aggiornato alle 6.00

CONTABILITÀ

Errori in bilancio diversi dai cambiamenti di stime

Secondo l’OIC 29, bisogna considerare se le informazioni necessarie per il corretto trattamento erano disponibili quando l’errore è stato commesso

/ Silvia LATORRACA

Martedì, 18 febbraio 2014

x
STAMPA

download PDF download PDF

La recente circ. Agenzia delle Entrate 24 settembre 2013 n. 31 ha riportato all’attenzione degli operatori la problematica relativa alla correzione degli errori commessi nella redazione del bilancio.

La questione attiene, in prima battuta, ad aspetti di natura prettamente contabile, in quanto gli amministratori o, più in generale, i redattori del bilancio devono rilevare correttamente in contabilità il fatto gestionale inficiato da errore. 
La stessa Amministrazione finanziaria ha sottolineato che il requisito fondamentale per l’applicazione della disciplina illustrata nella circolare 31/2013 è costituito dalla corretta rappresentazione in bilancio dell’evento. Peraltro, la rilevanza fiscale del dato contabile presuppone che i principi contabili di riferimento siano stati correttamente

...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU