X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Domenica, 24 ottobre 2021

FISCO

ArtBonus con bonifico «ordinario»

Non sussistono regole «ad hoc» che prevedano l’indicazione della norma di riferimento

/ Pamela ALBERTI

Lunedì, 4 agosto 2014

x
STAMPA

download PDF download PDF

Nonostante i chiarimenti forniti dall’Agenzia delle Entrate, nella circ. 24/2014, in merito al c.d. “ArtBonus” di cui all’art. 1 del DL n. 83/2014 (si veda “«ArtBonus» in tre quote di pari importo” del 1° agosto), sussistono ancora alcuni dubbi applicativi riguardo l’agevolazione in esame.

Con riferimento alle modalità di effettuazione delle liberalità in denaro, la citata circolare ha precisato che le erogazioni liberali devono essere eseguite tramite banca (es. bonifico), ufficio postale (es. versamento su conto corrente intestato al beneficiario), carte di credito, di debito (bancomat) e prepagate, nonché attraverso assegni bancari e circolari. Si tratta, quindi, di strumenti di pagamento c.d. “tracciabili”.

Di conseguenza, nonostante non ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU