Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Domenica, 5 febbraio 2023

FISCO

Confermata l’applicazione retroattiva del ravvedimento operoso

L’Agenzia delle Entrate lo afferma espressamente in una risposta al Videoforum di Italia Oggi

/ Alfio CISSELLO

Venerdì, 23 gennaio 2015

x
STAMPA

download PDF download PDF

In risposta ai quesiti del Videoforum di ieri, organizzato dal quotidiano Italia Oggi, l’Agenzia delle Entrate ha confermato che le modifiche apportate all’istituto del ravvedimento operoso dalla L. 190/2014 possono operare pure per le violazioni commesse antecedentemente all’entrata in vigore della legge.

Il chiarimento, reso nella risposta 11, sostiene che, in ragione del favor rei, sebbene il “nuovo” art. 13 del DLgs. 472/97 sia formalmente in vigore dal 1° gennaio 2015, è possibile ravvedere anche violazioni “constatate” prima di tale data, sempre che, naturalmente, non sia stato ancora notificato l’atto impositivo (accertamento, avviso di liquidazione), oppure l’avviso bonario.

Volendo riepilogare i tratti salienti del “nuovo” ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU