X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Mercoledì, 17 luglio 2019 - Aggiornato alle 6.00

FISCO

Super-ammortamenti per migliorie su beni di terzi

L’Agenzia delle Entrate, con la circolare n. 23, precisa che tali spese possono fruire dell’agevolazione solo se rientrano tra le immobilizzazioni materiali

/ Pamela ALBERTI

Venerdì, 27 maggio 2016

L’Agenzia delle Entrate, con la circolare n. 23 di ieri, fornisce i chiarimenti in merito ai c.d. “super-ammortamenti” di cui all’art. 1 commi 91-94 e 97 della L. 208/2015, in base al quale è prevista una maggiorazione del 40% del costo fiscale di beni materiali acquistati nel periodo dal 15 ottobre 2015 al 31 dicembre 2016.

L’Agenzia chiarisce che l’agevolazione si applica a tutti i soggetti titolari di reddito d’impresa, indipendentemente dalla natura giuridica, dalla dimensione aziendale e dal settore economico in cui operano, nonché agli esercenti arti e professioni, anche in forma associata. Possono beneficiare dell’agevolazione anche le stabili organizzazioni in Italia e gli enti non commerciali per quanto riguarda l’attività commerciale ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU