ACCEDI
Venerdì, 19 luglio 2024 - Aggiornato alle 6.00

FISCO

Nuova forma all’accertamento doganale

In tema di tributi «armonizzati» la violazione dell’obbligo di contraddittorio endoprocedimentale comporta l’invalidità dell’atto

/ Vincenzo CRISTIANO

Martedì, 30 agosto 2016

x
STAMPA

download PDF download PDF

Con l’entrata in vigore del nuovo Codice doganale (CDU), emergono due importanti novità che ineriscono specificamente l’area dell’accertamento doganale.
La prima emerge dalla lettura dell’art. 22, comma 6 del CDU, in forza del quale “prima di prendere una decisione che abbia conseguenze sfavorevoli per il richiedente, le autorità doganali comunicano le motivazioni su cui intendono basare la decisione al richiedente, cui è data la possibilità di esprimere il proprio punto di vista entro un dato termine a decorrere dalla data in cui il richiedente riceve la comunicazione o si ritiene l’abbia ricevuta. Dopo la scadenza di detto termine, la decisione è notificata nella debita forma al richiedente”.

In altri termini, viene regolamentato il c.d. contraddittorio ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI
ACCEDI

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU