X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Martedì, 25 giugno 2019 - Aggiornato alle 6.00

PROFESSIONI

Niente specializzazioni per i commercialisti

Inammissibili gli emendamenti al decreto crescita che ne prevedevano il riconoscimento. Supera il vaglio quello sugli affitti d’azienda

/ Savino GALLO

Mercoledì, 22 maggio 2019

Niente da fare, ancora una volta, per il riconoscimento delle specializzazioni dei commercialisti.
I quattro emendamenti che lo prevedevano, presentati sia dalla maggioranza (primo firmatario Gusmeroli) che dalle opposizioni (Orlando del Pd, Osnato di Fratelli d’Italia e Mandelli di Forza Italia) sono stati dichiarati inammissibili dagli uffici di Presidenza delle Commissioni Bilancio e Finanze della Camera, per difetto di coerenza con l’oggetto del decreto crescita.

In realtà, sono moltissimi gli emendamenti che non hanno superato il primo vaglio di ammissibilità degli uffici, reso stringente dalla necessità di sfoltire rapidamente le 1.271 proposte emendative al disegno di legge di conversione.
“In considerazione degli ampi contenuti del decreto legge – si legge nello speech ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU