X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Mercoledì, 21 agosto 2019 - Aggiornato alle 6.00

FISCO

La rottamazione del 31 luglio è autonoma rispetto alla precedente

Se si è presentata domanda entro il 30 aprile rottamando solo alcuni ruoli, si può trasmettere un’altra domanda entro fine luglio per aggiungerne

/ Alfio CISSELLO

Lunedì, 1 luglio 2019

Grazie alle modifiche apportate dalla legge 28 giugno 2019 n. 58 di conversione del decreto crescita (pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale del 29 giugno 2019), sia per la rottamazione dei ruoli sia per il saldo e stralcio è stato posticipato, dal 30 aprile al 31 luglio, il termine di presentazione della domanda.

Nulla cambia, invece, relativamente all’ambito applicativo degli istituti: per la rottamazione, infatti, continua a doversi trattare di ruoli consegnati dal 2000 al 2017, e il beneficio è sempre lo stralcio delle sanzioni amministrative e degli interessi di mora. Occorre, quindi, pagare tutte le somme a titolo di capitale, a differenza di quanto può dirsi per il saldo e stralcio, ove, in funzione dell’indice ISEE, viene meno una quota più o meno consistente del capitale.

Restando ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU