X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Martedì, 15 ottobre 2019 - Aggiornato alle 6.00

FISCO

Il giudice deve autorizzare l’Agente della riscossione per citare l’Erario

Detto orientamento non è tuttavia pacifico

/ Alfio CISSELLO

Lunedì, 23 settembre 2019

Nelle liti contro la cartella di pagamento, o contro eventuali successivi atti esattivi (intimazione ad adempiere) o cautelari (preavviso di fermo o comunicazione di ipoteca), può succedere che il contribuente, nonostante eccepisca, nel ricorso, vizi imputabili anche o solo all’ente impositore, notifichi il ricorso unicamente ad Agenzia delle Entrate-Riscossione.

A seguito della sentenza, ormai storica, n. 16412/2007 delle Sezioni Unite, dovrebbe essere chiaro che la notifica del ricorso all’uno piuttosto che all’altro soggetto non determina alcuna inammissibilità.
Tuttavia, se la notifica avviene solo all’ex Equitalia, trova applicazione l’art. 39 del DLgs. 112/99: “Il concessionario, nelle liti promosse contro di lui che non riguardano esclusivamente la ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU