X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Sabato, 28 marzo 2020 - Aggiornato alle 6.00

IL PUNTO / IAS

Senza sanzioni il riallineamento dei valori da IFRS 16

Al 30 giugno non erano possibili le valutazioni comparative, quindi sarebbe legittimo ritenere che siano dovute solo le maggiorazioni per interessi

/ Guerino RUSSETTI

Lunedì, 21 ottobre 2019

L’avvicinarsi del termine per la presentazione della dichiarazione dei redditi (30 novembre 2019) richiama l’attenzione sul contestuale termine per l’opzione per il riallineamento dei valori contabili e fiscali (introdotto dall’art. 15 del DL n. 185/2008), con cui si eliminano le divergenze rilevate su elementi patrimoniali e reddituali di operazioni “pregresse” (in essere alla data di transizione a nuovi principi contabili; la predetta scadenza può riguardare la first time adoption dei principi IFRS 16 Leasing e, con “ritardo”, IFRS 15 Ricavi da contratti con la clientela e IFRS 9 Strumenti finanziari.

Il riallineamento è la via alternativa alla gestione in neutralità delle operazioni pregresse, quale necessità di evitare che i componenti patrimoniali ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU