X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Venerdì, 13 dicembre 2019 - Aggiornato alle 6.00

IL CASO DEL GIORNO

Dubbi sugli effetti fiscali dei canoni «a scaletta»

/ Giorgio INFRANCA e Pietro SEMERARO

Martedì, 19 novembre 2019

Il corretto trattamento fiscale dei canoni di locazione c.d. a scaletta relativi agli immobili non abitativi costituisce elemento di particolare interesse e oggetto di dibattito nelle aule delle Commissioni tributarie.

È prassi assai diffusa nell’ambito delle locazioni commerciali quella di riconoscere al conduttore una riduzione del canone di locazione per i primi anni di vigenza dell’accordo. Detta riduzione viene giustificata o dall’esigenza di tutelare la fase di start up del conduttore o, più di sovente, dall’intento di “valorizzare” i lavori di ristrutturazione che il conduttore sostiene, vuoi per migliorare l’immobile, vuoi per renderlo maggiormente adatto alle esigenze del proprio business.

Dal punto di vista della legittimità civilistica ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU