X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Venerdì, 13 dicembre 2019 - Aggiornato alle 6.00

IL CASO DEL GIORNO

Rebus interessi da applicare per IVA da riscossione frazionata

/ Giorgio INFRANCA e Pietro SEMERARO

Giovedì, 21 novembre 2019

La presentazione del ricorso in C.T. Prov. non “congela” automaticamente la riscossione delle somme accertate; l’art. 15 del DPR 602/1973, infatti, prevede che le imposte siano provvisoriamente iscritte a ruolo, dopo la notifica degli accertamenti, per 1/3 del loro ammontare.

Tale norma va coordinata con l’art. 68 del DLgs. 546/92 che regola le modalità di pagamento del tributo in pendenza di giudizio. In particolare, fermo restando l’obbligo previsto dal citato art. 15 del DPR 602/1973, l’art. 68 prevede che, in caso di rigetto del ricorso dalla C.T. Prov., vadano versati i due terzi delle imposte, con i relativi interessi; in caso di accoglimento parziale del ricorso dalla C.T. Prov., invece, occorre versare l’ammontare risultante dalla sentenza (e

...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU